Newsletter

Cerca nel sito

Rapporto sul Turismo Italiano

Seguici su

Pubblicazioni

Articolo in primo piano

TuRiStIcA Anno XXV - Nr.1 Gennaio-Giugno 2016

TuRiStIcA Anno XXV - Nr.1 Gennaio-Giugno 2016

Italian Journal of Tourism

Trimestrale di Economia, Management, Marketing
dedicato al Turismo, Beni Cultrali, Tempo libero, Risorse e pianificazione territoriale, Benessere Termale

Information Communication Technology

Prodotti in evidenza

TuRiStIcA Anno XXV - n.1 Gennaio-Giugno 2016, volume completo

Questo numero inizia con un interessante articolo che vede nell’ospimobilità una nuova parola che sottende un nuovo concetto in grado di definire l’essenzialità dei trasporti in chiave multidisciplinare considerando il turismo insieme alle altre attività produttive che determinano movimento. L’ospimobilità è un modo nuovo di considerare le esigenze dei turisti insieme a quelle dei residenti a fronte dei continui mutamenti strutturali e organizzativi in atto.
La rivista apre così un dibattito!
Il secondo articolo evidenzia il grande e rivoluzionario impatto che la sharing economy ha avuto ed ha sulle attività turistiche con lo svilupparsi di nuovi fenomeni e di nuove attività quali car sharing, Unper pop, Bablacr, airbnb ecc.
La sharing economy sta rivoluzionando l’industria del turismo e ancora non si sa dove potrà portare.
Gli effetti che il turismo in Italia del dopo Milano Expo può produrre nel rapporto fra Real estate e Ricettività sono evidenziati in un lucido articolo che evidenzia le carenze del nostro sistema ricettivo, (tra cui la ridotta dimensione dei gruppi alberghieri italiani e la vetustà degli immobili alberghieri) come limite per lo sviluppo del comparto e per l’attrazione di nuovi investimenti, soprattutto dall’estero. In questo contesto di rinnovata esigenza di competitività, il processo di rilancio dell’offerta, oramai non più procastinabile; passa da alcune parole chiave: in-room entertainment, self-catering, high-speed wi-fi, web-reputation, social-media, mobile-application, millennial travellers.
I successivi tre articoli sono più collegati al territorio.
Il primo articolo, in lingua inglese, propone un’analisi della distribuzione spaziale delle strutture turistiche in Toscana negli anni 2000-2013 e l'evoluzione dei flussi turistici nello stesso intervallo di tempo. Si vogliono valutare il progressivo sviluppo della specializzazione territoriale in ambito turistico e individuare le tendenze comuni (o contrastanti) nei flussi turistici tra territori sub-regionali. Per valutare l'associazione spaziale sono sati utilizzatri vari indici. L'unità geografica utilizzata è il comune, che identifica un territorio amministrativo ben specifico.
I risultati di questo studio forniscono elementi di conoscenza del grado di affinità e/o complementarietà territoriale, che possano essere utili anche per la definizione di politiche pubbliche e private, nonché per la loro valutazione.
I due articoli successivi sono riferiti alla provincia di Pistoia ma hanno una valenza generale.
Il primo articolo propone un’analisi delle strategie di turismo sostenibile adottate nel caso di Monsummano Terme; partendo dal carattere multidimensionale del fenomeno viene presentato un modello per promuovere una destinazione locale concordato con i vari stakeholder.
Il secondo articolo è uno studio dettagliato del movimento ricettivo nella provincia di Pistoia e nelle macroaree del suo territorio. Per gli anni 2013-2015, assieme ai caratteri tradizionali, vengono considerati pure sesso, età e durata del soggiorno dei clienti. Si tratta di caratteri di norma non riportati dalle statistiche sulla ricettività.
É anche in questo approccio che sta la valenza generale dello studio.
Il successivo articolo presenta il caso di un comune turisticamente ancora piccolo della Puglia, come Bisceglie, in presenza di buone possibilità di sviluppo.
La rivista chiuide con un breve articolo redatto in vista della presentazione del prossimo Piano strategico del turismo che ripropone l’esperienza di due precedenti piani, uno del 1982 ed uno di fine 2012 evidenziando, in particolare, le pretese, le lacune e le “furbizie” di quest’ultimo.

Prezzo: 15,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

L'ospimobilità come sistema produttivo; prospettive per la programmazione urbana in Italia

Hospimobility issuggested as a new word born out of the blending of hospitality and mobility.
The purpose of the analysis is to show that tourism has developed between these two variables with large sociological implications because mobility is an essential part of people's living style.
Italian cities can be managed in a way beneficial to residents if they accept hospimobility as a new form of modern city production system.
Tourism is not an independentphenomenon, it is not a sector of the urban economy but a blurred system with undefined borders. It can be analyzed and understood as long as it is.considered as a set of variables, quantitative and qualitative, where no universal laws can be fixed.
In short, even though tourism is a fluid concept with constant changes, it is not easy to manage. The paper suggests some keys to the understanding of this constant evolution.
Prezzo: 4,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

Dalla "sharing economy" alla "sharing tourism economy"

The author offers an analysis of the sharing economy, which is a typical example of the great social changes that have taken place in the past few years: car sharing, Uber pop, Blablacar, airbnb as well as the home restaurant and social eating are some of the new trends dealt with in the section.
The sharing economy has had a tremendous impact on the production system; while it is open to dispute how the new forms of sharing have circumvented the rules and obstacles valid for similar activities already in place, like in the field of hospitality, we wonder what impact they could have had in a fully open market.
Anyway, it is undeniable that the sharing economy is revolutionizing the tourist industry.
Prezzo: 4,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

XX Rapporto sul Turismo Italiano 2015/2016

Ventesima edizione
da più di un trentennio il principale documento
di economia e politica del turismo in Italia

Il documento del quale gli esperti e gli operatori del settore non possono fare a meno.
Prezzo: 25,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

Italiani in viaggio: come cambiano le preferenze

Il turismo? Uno scenario complesso, articolato in un “mercato di tanti mercati”, piccoli e grandi, ognuno con regole proprie. Regole che dipendono da un del cato bilanciamento tra ottica outgoing dei Tour Operator dei Paesi di origine e il destination management svolto direttamente dalle destinazioni, soprattutto grazie a Internet.
Questo il concetto di fondo che emerge da Italiani in viaggio: come cambiano le preferenze, la ricerca sui mercati outgoing promossa da Bit
-¬ Borsa Internazionale del Turismo e condotta da Mercury S.r.l. a cura del prof. Emilio Becheri e dalla dott.ssa Ilaria Nuccio
Prezzo: 0,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

Come cambiano le preferenze: secondo rapporto sull'outgoing degli italiani

Autori: Emilio Becheri, Giada Cirrincione

Se nell'anno 2015 il turismo domestico è tornato a crescere in modo analogo all'incoming, già dall'anno in corso l'aumento, che pure vi sarà, risulterà minore. Negli anni successivi il turismo in degli italiani vivrà una fase di consolidamento con un ridotto aumento percentuale, mentre continueranno ad aumentare ad un ritmo intorno al 2% il turismo outgoing degli italiani e ad un tasso ancora maggiore il turismo incoming degli stranieri nel Bel Paese. BIT- Borsa Internazionale del Turismo e condotta da New Mercury Tourism Consulting S.r.l.s. a cura del prof. Emilio Becheri e dalla dott.ssa Giada Cirrincione
Prezzo: 0,00 + IVA
Add to Cart
Add to Wish List

SIstema TErmale della Toscana SI.TE.T. XX edizione

Il SITET raggiunge con questa edizione la XX annualità; il primo numero fu pubblicato nel 1994, con una proposta fatta a Unioncamere. Tale continuità rappresenta un fatto di grande rilevanza se si tiene conto che in collegamento a questa iniziative ne sono nate molte altre svolte in campo termale, compresa, fra le altre, la pubblicazione del Rapporto sul Sistema Termale (2012, FAngeli, Milano, II edizione) per Federterme-Confindustria e diversi piani strategici locali...
Prezzo: 3,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

The role of rural tourism in the revitalization of the Perau Road in Itaara, RS, Brazil

Rural tourism is a nonfarm, plural activity that promotes the valorization of the environment, history, cultural heritage and diversity, and also contributes to the local economic and spatial reorganization...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Success Factors of equestrian tourism: evidence from Germany

The market of equestrian tourism in Germany is moving forward. The number of registered operations with riding activities increased in many regions of Germany in the last years...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il Piano Strategico del Turismo "Turismo Italia 2020"

A inizio 2013 veniva presentato dal Ministro del Turismo Piero Gnudi, il Piano Strategico del Turismo "Turismo Italia 2020". In realtà, qualche mese prima, era già pronto il Piano predisposto dal Capo del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, Caterina Cittadino, ma il Ministro del turismo Pietro Gnudi sembra lo abbia deliberatamente ignorato per poi affidarne la redazione alla Boston Consulting Group Italia.
Prezzo: 2,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il Conto Satellite del Turismo

Una delle novità più rilevanti del 2012 è l'avvenuta pubblicazione, da parte dell'Istat, del primo Conto Satellite del Turismo (CST) relativo all'anno 2010...
Prezzo: 2,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

La cultura dell'ospitalità alberghiera ieri e oggi

L'ospitalità verso lo "straniero" è un modo di essere che per tutta la storia dell'umanità ha caratterizzato i vari "popoli" e le diverse "società" ma che oggi ha mutato la propria "natura" e "funzione"...
Prezzo: 7,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il turismo del benessere termale in Sicilia. Tendenze e prospettive di sviluppo

Le terme sono protagoniste di una lunga storia iniziata in epoca egiziana, greca e romana, che a partire dagli anni intorno al 1900 si ridefinisce più volte, evolvendosi dalla concezione del "passare le acque" a quella più strutturata e intensa di "cure dolci" e poi a quella di prevenzione e promozione della propria salute...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Puglia. Il turismo che non appare

Questo lavoro mira a valutare quella parte di movimento turistico che normalmente non viene rilevata dalle statistiche Istat sugli arrivi e sulle presenze (pernottamenti); ciò si verifica perché non viene considerato il movimento di coloro che utilizzano le abitazioni in proprietà o in affitto per vacanza o qualsiasi altro mezzo di pernottamento non censito o non rilevato...
Prezzo: 4,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

I trent'anni del Rapporto sul Turismo Italiano

Appena entrato il "capo" mi presento il Ministro, che conoscevo solo di vista, e mi disse:
"...abbiamo pensato a una sua idea e a una sua proposta di qualche mese fa (maggio 1983); avremmo deciso di fare un rapporto sul turismo italiano e di presentarlo prima della prossima estate. Cosa ne pensa? Ce la facciamo con i tempi"...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

XIX Rapporto sul Turismo Italiano

Il Rapporto sul Turismo Italiano, pubblicato in Italia da ormai un trentennio, costituisce il documento di economia e politica del turismo più continuo e di più lunga tradizione. Realizzato per la prima volta nel 1984 da un'idea di Piero Barucci ed Emilio Becheri, il Rapporto è stato e continua a essere un punto di riferimento che fa cultura e politica del turismo in Italia...
Prezzo: 42,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il sistema turistico italiano e la sua competitività

L'Italia è un Paese dove arte, cultura e paesaggio sono presenti in modo "diffuso", anche se i suoi tesori non sono sempre noti e fruibili. Come documentato da un interessante Rapporto pubblicato dall'Istat nel 2013, un Comune italiano su tre ospita almeno un museo...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

I movimenti turistici nel mercato interno

Nei 27 paesi dell'Unione Europea (EU27) nel 2012 si sono registrate 2,44 miliardi di presenze di clienti negli esercizi ricettivi. Rispetto al 2002, le presenze totali nell'EU27 sono cresciute del 15,0%...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Flussi: i trend dal 2002 al 2012

Nel 2012 i flussi dei clienti negli esercizi ricettivi italiani risultano pari a 103.733.157 arrivi e 380.711.483 presenze. Rispetto alla crescita nel biennio 2010-2011, si nota una sostanziale stasi per gli arrivi ed una inversione di tendenza per le presenze...
Prezzo: 8,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il sistema dell'offerta ricettiva

L'offerta o capacità ricettiva rappresenta uno dei principali indicatori per valutare la dimensione del settore turistico di un paese...
Prezzo: 6,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il turismo nell'economia italiana

Autore: Mara Manente
Lo scenario internazionale 2013 si è chiuso all'insegna di una moderata espansione, con alcune delle economie più avanzate - in primis Canada Australia e USA - posizionate ormai su livelli già superiori a quelli pre crisi, e altre - Eurozona e UK innanzitutto - avviate su un sentiero di ripresa sicuro, per quanto lento, ma significativamente ridimensionate...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

L'hotellerie italiana nel mondo, in Europa e nel Mediterraneo

Il sistema alberghiero italiano occupa una delle posizioni leader al mondo per numero di camere disponibili, in quarta posizione dopo Usa, Cina e Giappone, Paesi ben più grandi in termini di estensione territoriale e di popolazione residente...
Prezzo: 6,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Puglia: il turismo che non appare

Nei precedenti Rapporti sul Turismo Italiano abbiamo più volte stimato il movimento turistico che alloggia nelle seconde case in affitto o in proprietà a livello nazionale e regionale. In questa edizione proponiamo un'analisi più specifica e più dettagliata con riferimento alla Puglia e ai suoi comuni, aggiornata all'ultimo dato ufficiale definitivo Istat 2012...
Prezzo: 6,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Il sistema turistico di offerta

Il sistema delle imprese connesse al turismo conta, nel 2013, quasi 680 mila imprese che rappresentano l'11,2% del totale delle imprese in Italia; in particolare il 60,3% delle imprese del turismo è rappresentato dalle attività di alloggio e ristorazione...
Prezzo: 3,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

La competitività della "destinazione Italia"

Come si può dedurre dall'analisi di quasi tutti i rapporti pubblicati sul tema da autorità nazionali o sovranazionali, ma anche dalla lettura delle pagine economiche di qualsiasi quotidiano, l'Italia è un paese in crisi di competitività...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Camera con vista: cultura e turismo

A chiunque abbia trascorso vacanze balneari a Sharm el Sheik è capitato di trovare fra le escursioni giornaliere proposte anche la visita a Petra in Giordania (a circa 300 km di distanza), a Gerusalemme (a circa 450 km di distanza) e a Il Cairo e alle Piramidi di Giza (a circa 500 km di distanza)...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

XVIII Rapporto sul Turismo Italiano

La XVIII edizione del Rapporto sul Turismo Italiano cade in un periodo molto particolare, sia a causa dell'aggravarsi di una crisi economica che la speculazione finanziaria ha reso ancor più drammatica, sia a causa delle evoluzioni che stanno interessando la governance di un settore chiamato a svolgere un ruolo strategico...
Prezzo: 42,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

XVII Rapporto sul Turismo Italiano

Il Rapporto sul Turismo Italiano, giunto alla diciassettesima edizione, propone alcune significative novità sia sul piano della struttura che su quello dei contenuti. Pur nel rispetto della continuità con una tradizione ormai ultraventennale, che rappresenta un punto di forza di una pubblicazione divenuta uno dei punti di riferimento per il settore, si è ritenuto opportuno procedere a tali innovazioni per garantire un ulteriore miglioramento nella fruibilità e nella validità scientifica del lavoro.
Prezzo: 50,00 IVA incl.
Add to Cart
Add to Wish List

Terrorimo jiadista e turismo

TuRiStIcA Anno XXV - Nr.1 Gennaio-Giugno 2016
09/07/2016

TuRiStIcA Anno XXV - Nr.1 Gennaio-Giugno 2016

Italian Journal of Tourism

Trimestrale di Economia, Management, Marketing
dedicato al Turismo, Beni Cultrali, Tempo libero, Risorse e pianificazione territoriale, Benessere Termale

Information Communication Technology
18/02/2016

Come cambiano le preferenze. II rapporto sull'outgoing in Italia

Autore: Emilio Becheri - Giada Cirrincione
Tratto da: Ricerca autonoma
Emilio Becheri - Giada Cirrincione

Dopo il primo, presentato a Milano il 17 Luglio 2014, è questo il secondo rapporto sull'outgoing, sui viaggi degli italiani all'estero e, anche, nel proprio Paese.
I dati presentati fanno riferimento ad alcuni valori assoluti di base dell'Istat raccolti presso gli esercizi ricettivi; è stata una scelta voluta perché generalmente quando si tratta di stime e previsioni viene fatto riferimento solo ai valori relativi, cioè alle percentuali alle quote, senza dare un'idea della dimensione del fenomeno.
Si è pienamente consapevoli che il movimento turistico attivato in ed out è almeno il doppio di quanto appare dalle statistiche ufficiali Istat relativi alle strutture ricettive ma abbiamo cercato un punto fermo affidabile
15/11/2015

ANCHE PER GLI AIRBNB L'IMPOSTA DI SOGGIORNO PER RIDURRE LA CONCORRENZA SLEALE

Autore: Emilio Becheri
Tratto da: About Hotels
La Francia, prima dell’Italia, a partire dal 1 ottobre 2015 ha introdotto la tassa di soggiorno anche per gli airbnb, che quindi, come gli altri esercizi ricettivi, dovranno raccoglierla e versarla allo Stato, per un importo di 0,83 euro a notte.
Anche in Italia è necessario introdurre detta imposta per ridurre la concorrenza sleale che sul piano fiscale oggi esiste rispetto alle altre tipologie ricettive. Senza un simile provvedimento si è in presenza di una concorrenza sleale legalizzata.
15/11/2015

LA FINE DELLA PARITY RATE IGNORATA DAI MEDIA

Autore: Emilio Becheri
Tratto da: About Hotels
La PARITY RATE, era la clausola che vincolava, sia on line che off line, gli alberghi a non offrire le proprie strutture a prezzi più bassi e condizioni migliori rispetto a quelle pubblicate sui portali di prenotazione delle agenzie di viaggio on line.
Con l'abolizione di tale regola si hanno grandi effetti sul sistema della ricettività e il mercato appare più libero!
L'Expo di Milano serve o non serve?
24/07/2015

L'Expo di Milano serve o non serve?

Autore: Emilio Becheri
Mi sono fatto questa domanda quando la mattina del 27 maggio sono andato a visitare una decina di padiglioni dell'Expo con un atteggiamento diffidente accentuato dal fatto che prima sono passato dalla contigua Fiera di Milano, con padiglioni completamente vuoti perché non ospitavano alcun evento.
Il contrasto mi ha fatto riflettere e mi sono chiesto che senso può avere oggi una esposizione universale nel momento in cui tutte le manifestazioni fieristiche stanno attraversando un periodo di crisi?
Non ho trovato più alcun legame con le grandi esposizioni universali del passato che sono state davvero grandi ed efficaci fino agli anni trenta del secolo scorso, volte a presentare le innovazioni e i prodotti industriali, tant'è che spesso venivano replicate a livello locale, come prova un bel libro di Silvia Mauro (L'incanto malefico, Settegiorni editore, 2015) sulla esposizione universale di Pistoia del 1899.
Le esposizioni universali di oggi, quando è sempre possibile mostrare in tempo reale qualsiasi attività via internet, non hanno più la forza di un tempo allorché si identificavano con lo scambio di innovazioni e di esperienze. Ne sono ben consapevoli anche gli organizzatori dell'Expo di Milano quando affermano che tali eventi non sono più una vetrina industriale ma "una tappa del percorso culturale di crescita e di cambiamento che valorizza l'interazione fra i popoli nel rispetto del Pianeta".
Chi scrive ò stato l'unico a dire, fin dal 1988, che i mondiali di calcio in Italia del 1990 non avrebbero portato un turista in più rispetto all'anno precedente, come poi avvenne, nonostante il Censis, l'Università Bocconi e altri enti di ricerca facessero stime di forte crescita dei flussi di clienti. L'avevo scoperto in un modo molto semplice; ero andato a vedere cosa era accaduto in occasione dei mondiali di gioco del calcio 1982 in Spagna, ove, per l'occasione, si era verificata una diminuzione di turisti.
Ho la sensazione che per l'Expo di Milano si verificherà lo stesso effetto, anche se sarà meno leggibile perché il turismo internazionale in Italia segue già un trend di forte sviluppo e per la presenza di molti visitatori giornalieri
Durante la mia visita ho visto moltissime scolaresche ma pochi altri clienti!
Del resto cosa può spingere un cliente ad andare all'Expo di Milano per comprare qualcosa o trovare novità?
Gli stand e le strutture presenti mi sembra che si propongano solo come promozione turistica dei Paesi che con i quali si identificano, partendo, ma solo nei casi migliori, dal cibo locale.
Per il resto si è in presenza solo di spot che avrebbero potuto essere realizzati altrove ovunque, avendo come target una popolazione generica.
Ho la percezione che l'Expo di Milano sia stata voluta più dalle istituzioni che dagli operatori e che si sia creato un grande sistema spinto solo dalle istituzioni, magari anche con la Carta di Milano sul cibo, ma con poco interesse per gli operatori
Gli operatori della ricettività, infatti, sono molto scettici sui possibili incrementi dei flussi derivanti dall'Expo perché sono ben consapevoli che non vi è una rispondenza automatica fra chi entra nei padiglioni e chi pernotta in un esercizio ricettivo.
Qualcuno, peraltro, dovrà ben valutare i due diversi flussi dei turisti e dei visitatori escursionisti!?
Resta una sensazione strana e quasi di impotenza provata di fronte all'asfittico Albero della vita, il simbolo dell'Expo di Milano, messo a confronto con la Torre Eiffel dell'Esposizione Universale di Parigi del 1889.
EVENTO CONCLUSIVO - I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector
23/09/2014

EVENTO CONCLUSIVO - I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector

COMUNICATO STAMPA - EVENTO CONCLUSIVO
NUOVE OPPORTUNITA’ DI LAVORO PER LE “DONNE INATTIVE” GRAZIE AL PROGETTO EUROPEO “I-NEW”

I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector
24/06/2014

I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector

NUOVE OPPORTUNITA’ DI LAVORO PER LE “DONNE INATTIVE” GRAZIE AL PROGETTO EUROPEO “I-NEW”
Il progetto I-NEW è arrivato alla sua fase finale. A breve saranno pronti sul sito del progetto www.inew-eu.net i corsi di formazione professionale e-learning, destinati alle donne inattive europee che vogliono intraprendere una carriera nel settore del turismo.
*SAVE THE DATE* Presentazione del XIX Rapporto sul Turismo Italiano
28/04/2014

*SAVE THE DATE* Presentazione del XIX Rapporto sul Turismo Italiano

Con l'augurio di fare cosa gradita, rendiamo noto l'evento della presentazione del XIX Rapporto sul Turismo Italiano, in data 30 aprile alle ore 9,30 presso l'Auditorium dell'Acquario di Genova in occasione della seconda edizione del Festival Viaggiandoilmondo.
La questione dei Distretti Turistici in Sicilia
25/02/2014

La questione dei Distretti Turistici in Sicilia

Disagio e preoccupazione si sono manifestati negli ultimi tempi tra i rappresentanti dei Distretti Turistici siciliani, che si sono autoconvocati lo scorso 20 dicembre a Palermo per parlare della situazione di stallo in cui si trovano. Dalla discussione emerge...
Turismo in crescita anche nel 2014
24/02/2014

Turismo in crescita anche nel 2014

Il turismo è stato una delle roccaforti nell’economia europea durante la crisi economica, e il suo trend positivo continuerà nel 2014, secondo i risultati emersi dell’Eurobarometro, il sondaggio...
"Tasting Europe": il nuovo portale enogastronomico
21/02/2014

"Tasting Europe": il nuovo portale enogastronomico

Il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani ha presentato nel corso della nuova edizione della Bit (Borsa internazionale del Turismo) il nuovo portale europeo sulla gastronomia. Si chiama “Tasting Europe“ ed è...
ETIS alla prova
12/02/2014

ETIS alla prova

Il “European Tourism System of Indicators for Sustainable Management at Destination Level” (ETIS) è stato lanciato dall’unità delle politiche turistiche della Commissione Europea il 22 febbraio 2013, come strumento per...
Progetto TATRA
06/02/2014

Progetto TATRA

Il turismo è la principale area di crescita dell’Europa ed è essenziale nell’attuale clima economico mondiale. Le ultime statistiche pubblicate da Eurostat evidenziano chiaramente l’importanza del settore nell’impiego dei cittadini europei in particolare delle donne, il cui tasso di impiego...
BIT 2014
05/02/2014

BIT 2014

Fra pochi giorni, a Fiera Milano a Rho inizia la nuova edizione della BIT (Borsa Internazionale del Turismo) da giovedì 13 febbraio a sabato 15 febbraio. BIT è un punto di riferimento...
Notti trascorse in strutture ricettive: i record europei
03/02/2014

Notti trascorse in strutture ricettive: i record europei

Dal 2003, dopo una diminuzione dovuta all'effetto dell'11 settembre 2001, c'è stata una crescita stabile nel numero di notti passate nelle strutture di ricezione per turisti nell'Unione Europea, interrotta solamente...
EMITT - East Mediterranean International Tourism and Travel Exhibition
01/02/2014

EMITT - East Mediterranean International Tourism and Travel Exhibition

L’EMITT - East Mediterranean International Tourism and Travel Exhibition di Istanbul ha appena dato il via alla sua 18° edizione...
Travelers' Choice Awards 2014
30/01/2014

Travelers' Choice Awards 2014

Come ogni anno TripAdvisor (260 milioni di visitatori unici al mese e più di 125 milioni di recensioni) premia le migliori strutture alberghiere nelle varie categorie...

Per la prima volta l'UE dedica la turismo un capitolo di bilancio
29/01/2014

Per la prima volta l'UE dedica la turismo un capitolo di bilancio

Con il 10% del PIL e il 12% dell’occupazione totale, il turismo rappresenta la terza maggiore attività socioeconomica dell’UE. Si tratta...
Milano Food&Wine Festival
28/01/2014

Milano Food&Wine Festival

Il Milano Food&Wine Festival torna nel capoluogo Lombardo dall’8 al 10 Febbraio, l’evento è dedicato ai più grandi viticoltori e appassionati del settore. I cento partecipanti...
17° Summit del turismo a Berlino
27/01/2014

17° Summit del turismo a Berlino

Durante il 17° summit sul turismo a Berlino, il 2 Dicembre, il Presidente Barroso ha portato all'attenzione la questione che durante questo periodo di crisi il settore del turismo è l'area che ha resistito di più e che si sta riprendendo meglio di qualunque altra cosa. Barroso ha sottolineato...
Ponte Vecchio in prestito? Si può fare
19/07/2013

Ponte Vecchio in prestito? Si può fare

Autore: Emilio Becheri
Si propugna da tutte le parti la valorizzazione dei beni culturali e una volta che una iniziativa in tal senso viene fatta sorgono subito mille contestazioni...
Rapporto sul Turismo in Campania 2008
28/05/2013

Rapporto sul Turismo in Campania 2008

Autore: Mercury, Dasas, Doxa
Pubblichiamo il Rapporto sul Turismo in Campania 2008, fino ad oggi mai diffuso, perché crediamo che questo sia ancora oggi lo studio più completo riguardo le attività turistiche della regione.
Presentazione Straordinaria del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano
12/04/2013

Presentazione Straordinaria del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano

Presentazione Straordinaria del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano il 3 maggio 2013 alle ore 10 al Porto Antico di Genova
Le città "turisticamente più sostenibili del 2012". Ne siamo sicuri?
22/03/2013

Le città "turisticamente più sostenibili del 2012". Ne siamo sicuri?

Autore: Gavino Maresu
Chi l’avrebbe mai detto che Milano è il comune-capoluogo turisticamente “più sostenibile” del nostro Paese?
Silvano De Rosa nuovo direttore del Due Torri Hotel di Verona
20/03/2013

Silvano De Rosa nuovo direttore del Due Torri Hotel di Verona

A quarantaquattro anni, dopo una carriera di 25 dedicata al mondo dell’hôtellerie Made in Italy, il giovane e intraprendete direttore Silvano De Rosa prende le redini del 5 stelle veronese, appartenente all’omonimo gruppo e membro del Leading Hotels of the World.
Esperienza ed entusiasmo per offrire un servizio sempre più all’avanguardia, in linea con gli altissimi standard qualitativi del gruppo Due Torri Hotel.
Indagine sui bisogni delle donne inattive
11/02/2013

Indagine sui bisogni delle donne inattive

Mercury Srl sta conducendo un’indagine sulla situazione attuale, il desiderio di impiego e i bisogni formativi delle donne inattive in Italia. L’indagine si svolge all’interno del progetto “I-NEW Nuove opportunità di lavoro nel settore del turismo per donne inattive”....
Indagine sui bisogni delle imprese turistiche
11/02/2013

Indagine sui bisogni delle imprese turistiche

Mercury Srl sta conducendo un’indagine sui bisogni delle imprese che operano nel settore del turismo. L’indagine si svolge all’interno del progetto “I-NEW Nuove opportunità di lavoro nel settore del turismo per donne Inattive”...
Presentazione del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano
08/02/2013

Presentazione del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano

Presentazione del XVIII Rapporto sul Turismo Italiano alla BIT 2013. Giovedì 14 febbraio 2013 alle ore 15,00 presso la Sala Martini di Fiera Milano-Rho...
I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector
07/02/2013

I-NEW New Job Opportunities for Inactive Women in Tourism Sector

NUOVE OPPORTUNITA’ DI LAVORO PER LE “DONNE INATTIVE” GRAZIE AL PROGETTO EUROPEO “I-NEW”
Il turismo rappresenta circa il 10% dell’economia mondiale e si configura, oggi più che in passato, come importante fenomeno economico, sociale e ambientale. Nei paesi dove è sviluppato occupa una grande parte dell’offerta lavoro e rappresenta un motore di crescita occupazionale per molti giovani e donne. Il tasso di occupazione delle donne nel turismo è del 46% circa, un dato che ne evidenzia l’importanza.

XX Rapporto sul Turismo

Il Rapporto sul Turismo Italiano, pubblicato da oltre trent'anni, costituisce il documento di economia e politica del turismo più continuo e di più lunga tradizione. Realizzato per la prima volta nel 1984 da un'idea di Piero Barucci ed Emilio Becheri, il Rapporto è stato - e continua a essere - un punto di riferimento per tutti gli addetti ai lavori grazie al contributo che offre allo sviluppo e al radicamento di una cultura del turismo in Italia. Nelle varie edizioni sono state proposte alcune categorie ormai divenute di uso comune, come il passaggio dalla concezione di turismo a quella di turismi, l'analisi delle spese regionali sul turismo, il paradosso del Mezzogiorno, la distinzione fra mercato reale e mercato immaginario, le valutazioni sulla competitività internazionale, la Sindrome di Hesse e quella dello zoo alla rovescia, la stima del turismo non rilevato delle abitazioni per vacanze, il concetto di turismo come mercato dei mercati, fino alla definizione di parametri econometrici riconosciuti e poi utilizzati da tutti, che testimoniano il ruolo prioritario del comparto turistico nell'economia nazionale. La XX edizione esce in un momento decisivo per lo sviluppo del settore. Mentre il mercato interno sembra presentare i primi segnali di ripresa, si accentua la concorrenza sul mercato globale, dove continuano ad aumentare i flussi provenienti dai paesi emergenti e le esigenze dei viaggiatori diventano sempre più articolate e sofisticate. L'Italia è, quindi, chiamata a defnire nuove strategie per valorizzare e rilanciare la propria competitività a fronte della pressione delle nuove destinazioni e delle politiche di attrazione messe in atto dai competitor tradizionali, anche nei confronti del turismo dei residenti. Il Rapporto offre una base conoscitiva molto ampia per comprendere le dinamiche del settore, che può essere utile per orientare le scelte dei policy maker ma anche le strategie dei tanti operatori che contribuiscono a comporre il mosaico del sistema di offerta di una destinazione nazionale. A tal fine, si propone un quadro molto ricco di dati, analisi, ricerche, studi di casi, che attraversano il comparto in lungo e in largo, cercando di cogliere le tendenze di lungo periodo ma anche i fenomeni emergenti che potrebbero dare vita a nuovi trend. Un'attenzione particolare viene riservata al ruolo fondamentale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che sta promuovendo un processo di pianificazione partecipata per la redazione di un Piano Strategico destinato a creare le premesse per valorizzare le straordinarie risorse del Paese, dove sia finalmente possibile attivare quelle sinergie fra cultura e territorio che rappresentano la chiave di lettura per il rilancio del settore.

 

ACQUISTA ON LINE

Turistica 1/2 - 2016

In uscita nei prossimi giorni


SOMMARIO
EDITORIALE                                         pag. 3
LABORATORIO

 

L'ospimobilità come sistema produttivo; prospettive per la programmazione urbana in Italia
Nicolò Costa                                          pag. 7

 

Dalla "sharing economy" alla "sharing tourism economy"
Gavino Maresu                                       pag.35

 

Alberghi, turismo e Real Estate. Scenari e tendenza del dopo EXPO
Emilio Valdameri                                    pag. 57

 

Tourism and territory: the case of Tuscany in the 2000's
Antonio Giusti, Laura Grassini           pag. 73

 

La condivisione delle strategie per il turismo sostenibile: Il caso di Monsummano terme
Lorenzo Gai, Elena Gori, Silvia Fissi pag. 95

 

Il movimento negli esercizi ricettivi della provincia di Pistoia 2013-2015
Elisabetta Ventisette                             pag. 119

 

Il turismo a Bisceglie. Il trend dell'ultimo decennio
Antonio Rana                                         pag. 159

 

Per un Piano strategico del turismo
Emilio Becheri                                       pag. 171

 

LIBRI                                                        pag. 175
AUTORI                                                   pag. 156


Direttore della Rivista: Emilio Becheri
Comitato scientifico: Piero Barucci (Presidente Onorario); Lorenzo Gai (Presidente, Univ. Firenze), Silvia Angeloni (Univ. Molise), Magda Antonioli (Univ. Bocconi Milano); Nicolò Costa (Univ. Tor Vergata, Roma); Paolo Costa (Univ. Venezia), Girolamo Cusimano (Univ. Palermo), Andrew Eaglen (Leeds Metropolitan University); Lorenzo Gai (Univ. Firenze); Antonio Giusti (Univ. Firenze); Jafar Jafari (Univ. Wisconsin-Stout); Andrea Machiavelli (Univ. Bergamo); Mara Manente (Ciset Venezia); Gavino Maresu (Univ. Genova); Alfonso Morvillo (IRAT-CNR); Maria Rosaria Napolitano (Univ. del Sannio); Harald Pechlaner (Univ. Cattolica Eichstaett-Ingolstadt; Eurac Research Bolzano).

 

Banner