Newsletter

Cerca nel sito

Rapporto sul Turismo Italiano

Seguici su

Come cambiano le preferenze: secondo rapporto sull'outgoing degli italiani
Prezzo: 0,00 + IVA

Come cambiano le preferenze: secondo rapporto sull'outgoing degli italiani

 

Lo studio rivela che il movimento dei residenti in Italia è stato condizionato dalla crisi economica che ha determinato una riduzione della domanda domestica e di quella destinata all'estero.

Le prospettive per il mercato nazionale, tuttavia, sono buone, con una ipotesi di crescita tendenziale del turismo incoming dall'estero del 2,0%, mentre il mercato domestico dei residenti sembra avere raggiunto già la sua fase di maturità e mostrerà una tendenza appena poco più che stazionaria.

Figura a- Quote di mercato del flussi outgoing degli italiani rispetto ai Paesi di destinazione; crescita stimata nel 2015 e previsione per il 2016.

 

Paese

Quote

Prev. 2015

Prev. 2016

n.

Paese

Quote

Prev. 2015

Prev. 2016

1

Francia

13,80

2,00

1,00

 

16

Egitto

   1,5

-0,3

1,5

2

Spagna

13,10

2,00

2,50

 

17

Olanda

   1,5

0,2

-1,5

3

Regno Unito

7,90

1,00

2,00

 

18

Portogallo

   1,1

4,5

2,0

4

Germania

7,50

-0,20

0,80

 

19

Messico

   1,1

0,2

1,5

5

Croazia

6,10

-0,50

1,50

 

20

Cuba

   1,0

15,0

15,0

6

Austria

3,90

1,50

2,50

 

21

Canada

   0,9

1,2

2,7

7

Albania

    3,5

2,5

3,0

 

22

Oman

   0,9

10,0

12,0

8

Romania

    3,4

3,5

3,5

 

23

Tunisia

   0,8

-0,0

-2,5

9

USA

    3,2

0,3

2,6

 

24

Belgio

   0,8

-0,2

1,5

10

Grecia

    3,1

0,5

1,5

 

25

Australia

   0,7

-1,0

2,5

11

Marocco

    3,0

1,2

2,5

 

26

Svezia

   0,7

-1,5

1,0

12

Svizzera

    3,0

-0,5

1,0

 

27

Rep. Ceca

   0,6

-2,0

1,2

13

Slovenia

    1,8

0,2

2,0

 

28

Tailandia

   0,6

3,8

2,5

14

Brasile

    1,6

-0,5

1,0

 

29

Cina

   0,5

0,5

1,5

15

Turchia

    1,5

-1,0

0,5

 

30

Ungheria

   0,5

0,3

0,8

Fonte: stime su dati Istat, Banca d'Italia, UNWTO

Il turismo è un mercato di tanti mercati, un metamercato che ha propri condizionamenti che vanno ben oltre l'ICT, perché si realizza e si sperimenta sul territorio e perché l'immagine e il passaparola restano decisivi per orientare le scelte, anche quando assumono la forma dei social media e diventano story telling.

Il principale problema che oggi vive il mercato delle vacanze è quello della sicurezza e affidabilità delle destinazioni, con il conseguente riorientamento dei flussi come abbiamo cercato di provare.

Durante l'anno 2015 la ricerca della maggiore affidabilità e sicurezza delle destinazioni ha portato ad una rivalutazione del ruolo dell'agente di viaggio come consulente e garantista per il cliente, in particolare per le destinazioni long haul.

Inoltre è in atto una lenta deriva di lungo periodo della domanda verso alcune aree dell'Asia (Oman, Sri Lanka, Malesia, Tailandia e altre), rallentata e riorientata dalle vicende esogene e dai problemi di sicurezza. Tale considerazione vale per l'outgoing ma anche per l'incoming.

 

La ricerca ha realizzato una scheda per ogni singolo Paese, cercando an che le fonti statistiche originali dei Paesi di origine

 

 

Emergono i casi di alcune destinazioni in crisi per motivi di sicurezza, come ad esempio l'Egitto, con tutta la componente estera, e quindi anche quella italiana, che riduce di gran lunga la sua presenza; altre destinazioni, come Cuba, hanno visto ridurre la presenza dei residenti in Italia di circa la metà dal 2000 al 2013 mentre il movimento complessivo è aumentato, nello stesso periodo, del 60%. È evidente, in questo caso, che la destinazione Cuba ha perso appeal per i residenti in Italia e non nel suo insieme.  Dal 2015 si è verificata una e accentuata inversione di tendenza che ha visto di nuovo un notevole aumento della clientela italiana superiore al 10%.

Figura b - Viaggi e vacanze degli italiani all'estero.

 Anni 2014, 2015 e 2016,

 

2.014

2.015

2.016

         Viaggi

16.004

16.124

16.489

         Arrivi

25.310

25.581

26.105

         Presenze (Pernottamenti)

99.747

101.806

103.861

        Arrivi per viaggio

1,58

1,59

1,58

        Permanenza media per viaggio

6,23

6,31

6,3

        Permanenza media per arrivo

3,94

3,98

3,98

       Var. % viaggi

 

0,7

2,3

       Var- % arrivi

 

1,1

2

       Var. % presenze

 

2,1

2

 Fonte: Istat, Indagine sui viaggi e le vacanze, nostre stime

 e previsioni

 

 

 

 

Add to Cart
Add to Wish List

Dallo stesso Autore

Turistica 3/2016: volume completo

Turistica 3/2016: volume completo

In questo numero approfondiremo alcuni grandi temi, avendo ben presenti i cambiamenti che stiamo vivendo, sia di tipo strutturale, con riferimento alle nuove forme di ricettività e, da parte della domanda, alla ricerca di autenticità...
Prezzo: 15,00 IVA incl.
SIstema TErmale della Toscana SI.TE.T. XX edizione

SIstema TErmale della Toscana SI.TE.T. XX edizione

Il SITET raggiunge con questa edizione la XX annualità; il primo numero fu pubblicato nel 1994, con una proposta fatta a Unioncamere. Tale continuità rappresenta un fatto di grande rilevanza se si tiene conto che in collegamento a questa iniziative ne sono nate molte altre svolte in campo termale, compresa, fra le altre, la pubblicazione del Rapporto sul Sistema Termale (2012, FAngeli, Milano, II edizione) per Federterme-Confindustria e diversi piani strategici locali...
Prezzo: 3,00 IVA incl.
Il Piano Strategico del Turismo "Turismo Italia 2020"

Il Piano Strategico del Turismo "Turismo Italia 2020"

A inizio 2013 veniva presentato dal Ministro del Turismo Piero Gnudi, il Piano Strategico del Turismo "Turismo Italia 2020". In realtà, qualche mese prima, era già pronto il Piano predisposto dal Capo del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, Caterina Cittadino, ma il Ministro del turismo Pietro Gnudi sembra lo abbia deliberatamente ignorato per poi affidarne la redazione alla Boston Consulting Group Italia.
Prezzo: 2,00 IVA incl.
Il Conto Satellite del Turismo

Il Conto Satellite del Turismo

Una delle novità più rilevanti del 2012 è l'avvenuta pubblicazione, da parte dell'Istat, del primo Conto Satellite del Turismo (CST) relativo all'anno 2010...
Prezzo: 2,00 IVA incl.
La cultura dell'ospitalità alberghiera ieri e oggi

La cultura dell'ospitalità alberghiera ieri e oggi

L'ospitalità verso lo "straniero" è un modo di essere che per tutta la storia dell'umanità ha caratterizzato i vari "popoli" e le diverse "società" ma che oggi ha mutato la propria "natura" e "funzione"...
Prezzo: 7,00 IVA incl.
I trent'anni del Rapporto sul Turismo Italiano

I trent'anni del Rapporto sul Turismo Italiano

Appena entrato il "capo" mi presento il Ministro, che conoscevo solo di vista, e mi disse:
"...abbiamo pensato a una sua idea e a una sua proposta di qualche mese fa (maggio 1983); avremmo deciso di fare un rapporto sul turismo italiano e di presentarlo prima della prossima estate. Cosa ne pensa? Ce la facciamo con i tempi"...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
Camera con vista: cultura e turismo

Camera con vista: cultura e turismo

A chiunque abbia trascorso vacanze balneari a Sharm el Sheik è capitato di trovare fra le escursioni giornaliere proposte anche la visita a Petra in Giordania (a circa 300 km di distanza), a Gerusalemme (a circa 450 km di distanza) e a Il Cairo e alle Piramidi di Giza (a circa 500 km di distanza)...
Prezzo: 10,00 IVA incl.
L'Italia nel contesto mondiale ed europeo

L'Italia nel contesto mondiale ed europeo

Secondo l'UNWTO (United Nations World Tourism Organisation), nell'anno 2011 gli arrivi internazionali di turisti sono arrivati a circa 990,3 milioni, aumentando del 5,0% rispetto al 2010...
Prezzo: 8,00 IVA incl.
Art & Tourism

Art & Tourism

A partire dall'anno Duemila, il solo grande segmento turistico ad avere avuto un sostanziale sviluppo è stato proprio quello d'arte e culturale, quasi senza che ce ne rendessimo conto...
Prezzo: 7,00 IVA incl.
Il Piano Strategico del Turismo: alcune note

Il Piano Strategico del Turismo: alcune note

Da almeno cinque anni si parla di realizzare un Piano Strategico del Turismo in Italia. Pertanto il Ministro Piero Gnudi ha ritenuto opportuno affidarne la redazione a un gruppo di lavoro, da lui stesso presieduto, che si è basato su un progetto elaborato da The Boston Consulting Group...
Prezzo: 4,00 IVA incl.
XVI Rapporto sul Turismo Italiano

XVI Rapporto sul Turismo Italiano

"Oggi sono due i malanni maggiori dell'industria alberghiera italiana: l'elevata tariffa dei prezzi degli alberghi di categorie superiori, e le deficienze di ospitalità dei minori alberghi".
Questa osservazione contenuta in una lucida pubblicazione del 1927 sulla politica italiana del turismo, è riapparsa di continuo ed ha rappresentato uno dei fili conduttori nell'arco dei lunghi ottanta anni e più che portano ai nostri giorni, pur nell'ambito dei profondi cambiamenti che si sono verificati nel modo di intendere e di fare turismo...
Prezzo: 50,00 IVA incl.
Il ruolo dell'Italia

Il ruolo dell'Italia

L'andamento del turismo nel periodo 2008-2010 e dell'anno in corso segue il suo trend di lungo periodo, con un rallentamento generale e con andamenti differenziati per territori e per tipologia...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
Il movimento nelle abitazioni utilizzate per vacanze

Il movimento nelle abitazioni utilizzate per vacanze

Come è noto, una parte importante del turismo in Italia si svolge nelle abitazioni per vacanza, le cosiddette seconde case...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
I turisti come city users: fra ricavi e costi. Perchè la corsa alla tassa di scopo?

I turisti come city users: fra ricavi e costi. Perchè la corsa alla tassa di scopo?

Il dibattito sulla gestione delle attività turistiche dei comuni si è focalizzato sulla tassa che i turisti dovrebbero pagare come city users...
Prezzo: 8,00 IVA incl.
I turisti come city users: tra ricavi e costi. Perchè la corsa alla tassa di scopo?

I turisti come city users: tra ricavi e costi. Perchè la corsa alla tassa di scopo?

Il dibattito sulla gestione delle attività turistiche dei comuni si è focalizzato sulla tassa che i turisti dovrebbero pagare come city users, cioè sui costi aggiuntivi che coloro che visitano una destinazione determinano per la sua gestione ordinaria e straordinaria...
Prezzo: 6,00 IVA incl.
Campania Vision 2014-2020: strategie per il turismo

Campania Vision 2014-2020: strategie per il turismo

I grandi cambiamenti dell'ultimo ventennio, in buona parte dovuti alla diffusione di internet e della sua implicita logica relazionale, hanno ridefinito il ruolo delle destinazioni...
Prezzo: 5,00 IVA incl.
Il Mezzogiorno fra dati ufficiali e stime dei movimenti turistici. A quando un vero sviluppo?

Il Mezzogiorno fra dati ufficiali e stime dei movimenti turistici. A quando un vero sviluppo?

Esiste una Geografia dell'ospitalità ufficiale ed una geografia dell'ospitalità stimata che nel caso del Mezzogiorno non corrispondono e anzi risultano opposte, come è destino di molti aspetti dell'organizzazione sociale ed economica locale...
Prezzo: 6,00 IVA incl.
Considerazioni Finali

Considerazioni Finali

Viene presentata la matrice delle attività turistiche in ed out, considerando anche il movimento degli italiani all'estero proponendo una stima del fenomeno delle abitazioni per vacanza....
Prezzo: 5,00 IVA incl.
I distretti culturali evoluti: una definizione (in)utile?

I distretti culturali evoluti: una definizione (in)utile?

La necessità di considerare il ruolo dei distretti culturali evoluti nasce proprio dal problema che pone la qualificazione di "evoluto", come condizione differenziale rispetto alla concezione tradizionale...
Prezzo: 8,00 IVA incl.
Mediterraneo, Mezzogiorno & Turismo

Mediterraneo, Mezzogiorno & Turismo

L'Italia è essenzialmente un paese mediterraneo, per un insieme di cause geografiche, storiche, sociali ed economiche. Eppure, dall'avvento dell'Unione Europea...
Prezzo: 8,00 IVA incl.
Per capire...

Per capire...

"Oggi sono due i malanni maggiori dell'industria alberghiera italiana: l'elevata tariffa dei prezzi degli alberghi di categorie superiori, e le deficienze di ospitalità dei minori alberghi"...
Prezzo: 10,00 IVA incl.

XX Rapporto sul Turismo

Il Rapporto sul Turismo Italiano, pubblicato da oltre trent'anni, costituisce il documento di economia e politica del turismo più continuo e di più lunga tradizione. Realizzato per la prima volta nel 1984 da un'idea di Piero Barucci ed Emilio Becheri, il Rapporto è stato - e continua a essere - un punto di riferimento per tutti gli addetti ai lavori grazie al contributo che offre allo sviluppo e al radicamento di una cultura del turismo in Italia. Nelle varie edizioni sono state proposte alcune categorie ormai divenute di uso comune, come il passaggio dalla concezione di turismo a quella di turismi, l'analisi delle spese regionali sul turismo, il paradosso del Mezzogiorno, la distinzione fra mercato reale e mercato immaginario, le valutazioni sulla competitività internazionale, la Sindrome di Hesse e quella dello zoo alla rovescia, la stima del turismo non rilevato delle abitazioni per vacanze, il concetto di turismo come mercato dei mercati, fino alla definizione di parametri econometrici riconosciuti e poi utilizzati da tutti, che testimoniano il ruolo prioritario del comparto turistico nell'economia nazionale. La XX edizione esce in un momento decisivo per lo sviluppo del settore. Mentre il mercato interno sembra presentare i primi segnali di ripresa, si accentua la concorrenza sul mercato globale, dove continuano ad aumentare i flussi provenienti dai paesi emergenti e le esigenze dei viaggiatori diventano sempre più articolate e sofisticate. L'Italia è, quindi, chiamata a defnire nuove strategie per valorizzare e rilanciare la propria competitività a fronte della pressione delle nuove destinazioni e delle politiche di attrazione messe in atto dai competitor tradizionali, anche nei confronti del turismo dei residenti. Il Rapporto offre una base conoscitiva molto ampia per comprendere le dinamiche del settore, che può essere utile per orientare le scelte dei policy maker ma anche le strategie dei tanti operatori che contribuiscono a comporre il mosaico del sistema di offerta di una destinazione nazionale. A tal fine, si propone un quadro molto ricco di dati, analisi, ricerche, studi di casi, che attraversano il comparto in lungo e in largo, cercando di cogliere le tendenze di lungo periodo ma anche i fenomeni emergenti che potrebbero dare vita a nuovi trend. Un'attenzione particolare viene riservata al ruolo fondamentale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che sta promuovendo un processo di pianificazione partecipata per la redazione di un Piano Strategico destinato a creare le premesse per valorizzare le straordinarie risorse del Paese, dove sia finalmente possibile attivare quelle sinergie fra cultura e territorio che rappresentano la chiave di lettura per il rilancio del settore.

 

ACQUISTA ON LINE

Turistica 1/2 - 2016

In uscita nei prossimi giorni


SOMMARIO
EDITORIALE                                         pag. 3
LABORATORIO

 

L'ospimobilità come sistema produttivo; prospettive per la programmazione urbana in Italia
Nicolò Costa                                          pag. 7

 

Dalla "sharing economy" alla "sharing tourism economy"
Gavino Maresu                                       pag.35

 

Alberghi, turismo e Real Estate. Scenari e tendenza del dopo EXPO
Emilio Valdameri                                    pag. 57

 

Tourism and territory: the case of Tuscany in the 2000's
Antonio Giusti, Laura Grassini           pag. 73

 

La condivisione delle strategie per il turismo sostenibile: Il caso di Monsummano terme
Lorenzo Gai, Elena Gori, Silvia Fissi pag. 95

 

Il movimento negli esercizi ricettivi della provincia di Pistoia 2013-2015
Elisabetta Ventisette                             pag. 119

 

Il turismo a Bisceglie. Il trend dell'ultimo decennio
Antonio Rana                                         pag. 159

 

Per un Piano strategico del turismo
Emilio Becheri                                       pag. 171

 

LIBRI                                                        pag. 175
AUTORI                                                   pag. 156


Direttore della Rivista: Emilio Becheri
Comitato scientifico: Piero Barucci (Presidente Onorario); Lorenzo Gai (Presidente, Univ. Firenze), Silvia Angeloni (Univ. Molise), Magda Antonioli (Univ. Bocconi Milano); Nicolò Costa (Univ. Tor Vergata, Roma); Paolo Costa (Univ. Venezia), Girolamo Cusimano (Univ. Palermo), Andrew Eaglen (Leeds Metropolitan University); Lorenzo Gai (Univ. Firenze); Antonio Giusti (Univ. Firenze); Jafar Jafari (Univ. Wisconsin-Stout); Andrea Machiavelli (Univ. Bergamo); Mara Manente (Ciset Venezia); Gavino Maresu (Univ. Genova); Alfonso Morvillo (IRAT-CNR); Maria Rosaria Napolitano (Univ. del Sannio); Harald Pechlaner (Univ. Cattolica Eichstaett-Ingolstadt; Eurac Research Bolzano).

 

Banner